domenica 23 novembre 2008

Novantesimo compleanno di nonna Ida

E' il sette di novembre del 1990; la nonna compie novanta anni; la torta ha nove candeline che ovviamente valgono dieci anni ognuna. Nella foto le nipotine Ester e Sara.
Alla prossima. Piero

5 commenti:

Eva ha detto...

Dall'espressione di Ester si direbbe che la festeggiata fosse lei!!

stefania ha detto...

dai piatti deduco senza ombra di dubbio...la festa era casa nostra!
ester sembra molto attratta...ma anche la nonna ha una bella espressione contenta.
se non sbaglio in quella occasione la nonna fece un bel discorso sui figli, tutti bravi e belli, peccato non credenti (almeno non tutti!).

Eva ha detto...

il discorso della fede..beh, era un po' un tormentone! Ricordo benissimo uno di questi pranzi in cui mio padre ad un certo punto se ne venne dicendo che io ero stata battezzata. Da che campo mi han sempre detto che non fui battezzata in quanto nella religione di mia madre (credo che fosse evangelica) si usa battezzare la gente quando è in grado di esprimere una scelta autonoma, da adulti o da adolescenti.
Insomma il mio caro papà (che altrimenti amo e stimo) quel pomeriggio non ebbe il coraggio delle sue azioni.

La nonna poi, non era bigotta e oscurantista, aveva una religiosità all'antica, una visone non proprio solare del mondo, ma era anche aperta a forme di spiritualità diverse dalla sua.

Anonimo ha detto...

Eva, qui ti devo correggere.
Non dissi che eri stata battezzata da me (la nonna, che mi conosceva bene, non l'avrebbe mai creduto). Dissi solo che probabilmente avevano provveduto a battezzarti le suore che erano allora alla maternità.
Tua madre, devo poi aggiungere, non è mai stata evangelica, almeno se con ciò intendi luterana o calvinista. Da adolescente aveva frequentato gli anabattisti olandesi (mennoniti, non violenti e pacifisti, che costituiscono una setta a parte, tradizionalmente perseguitata anche dai calvinisti e dai luterani, oltre che dai cattolici), ma li aveva presto lasciati.
Tuo padre

Anonimo ha detto...

che bella nonnina, aveva uno sguardo tenerissimo!!
Sara