venerdì 16 gennaio 2009

Eva sul vasino

Questa foto è del 1963 e non si pò sbagliare sull'identità del soggetto; la foto è stata scattata nel cortile di via Monteverdi a Firenze dove passai dopo essere stato a Venezia a trovare Fulvio al collegio Morosini.
Eva perché non pensi di impostare un albero genealogico come solo tu, son sicuro, sapresti fare?
Bacioni dallo Zio.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Sì, non ci si può sbagliare!
Povera la mia piccola Eva, sempre fotografata sul vasino (sul "priso", come pittorescamente diceva Cocò) più o meno fino ai tre anni d'età. E non eri il solo a farlo. Speriamo che ora ti perdoni di averla messa qui (tengo a dirtlo: è poco probabile...).
Silvio

Eva ha detto...

Ma che ferocia... non quella della mia espressione, ma quella dello zio dileggiatore.
Immagino che sia zio Piero, ma ha l'accortezza di non firmarsi...

Anonimo ha detto...

Ma dài che anche sul vasino (o “priso” che sia) eri una bambina tutta particolare, con quei capelli biondi e riccioluti, quelle gote paffutelle e quell'aria tutta tua particolare («Ma guardala, succhia ancora il latte e già mi guarda come per prendermi in giro!» era il commento di tua madre. E la storia continua!).
La foto, ad ogni modo, non deve averla scattata lo zio Piero e sicuramente non è stata scattata nel cortile di casa di via Monteverdi: l'ambiente circostante sembra infatti una spiaggia (e con un'automobile parcheggiata, cosa impossibile nel cortile della casa di via Monteverdi).

Eva ha detto...

in effetti io quella foto la associo alla costa azzurra, quando passai le vacanze con tante Rita ed i cugini olandesi, ed era il 1964: Ida era già nata. Non mi intendo molto di bambini, ma posso avere due anni in quella foto, no?
Piuttosto: come è finita nelle mani di zio Piero? Chi è quella merdaccia che la ha diffusa fra i parenti????

Eva ha detto...

riguardando l'ingrandimento si vede benissimo un elastico della tenda: si era in campeggio, la foto si trova anche in qualche vecchio album, la conoscevo già

Silvio Basile ha detto...

Dovevi avere due o, proprio al massimo, tre anni, quando quella foto fu scattata.
Come poi sia capitata in mano di zio Piero non so di preciso. Ricordo che in precedenza ne aveva scattata una lui nel cortile di casa, sempre con te in trono (ove, fra l'altro, giocavi con un palloncino che ti aveva regalato appena).
Probabilmente si era tanto divertito che ci parve poi giusto mandargli una replica di Eva in trono.
Ad ogni modo, non prenderla a male. Fra l'altro, si racconta che Louis XIV (proprio lui, le Roi Soleil!) su un trono simile, sia pure avvolto in un mantello, tenesse pubblica udienza. Avveniva di rado, ma solo perché soffriva di stitichezza... Dopo tutte le smorfie e i contorcimenti necessari, mentre il viso del re si distendeva, i fedeli sudditi capivano che era il momento di presentare la supplica.

Eva ha detto...

si babbino, i regnanti cagavano davanti ai sudditi. La loro era un vita pubblica, e poi immagino che a quei tempi si potessero incontrare persone impegnate in quelle stesse funzioni nei prati o vicino ad un fosso. Il fatto è che noi siamo dei bravi borghesi che non ammetterebbero nemmeno sotto tortura la presenza di terzi in momenti così privati!!!
ma i poveri infanti ... non hanno alcun diritto!!!

ad ogni modo non me ne importa nulla, anzi, la cosa mi ha divertita!

Anonimo ha detto...

Meglio così!
Ma e pa (i responsaabili della diffusione di quella foto)