sabato 24 ottobre 2009

il nostro caro lupo di mare

Ci scrive zio Giancarlo:
“Un mesetto fa sono stato sulla Stella Polare per un raduno di tutti i comandanti che si sono succeduti nella vita di quella barca che ha ora 43 anni. Io ero il più anziano, essendo stato il primo a comandarla nel 1966, e avendo ripetuto il comando nel 1968, ottenendo due buoni risultati: il record della regata della Giraglia durato 18 anni la prima volta e la vittoria della transatlantica la seconda volta. Naturalmente sono stato il più festeggiato, ho dovuto fare anche un discorso e incredibilmente sono stato molto applaudito (sono una schiappa quando devo fare un discorso, ma per fortuna avevo bevuto qualche bicchiere di ottimo vinello che mi aveva sciolto la lingua ...). Abbiamo fatto una bellissima uscita in mare con la barca messa a nostra disposizione a Livorno, durante la quale si è svolta la solita commuovente cerimonia della corona lanciata in mare per commemorare chi non c'è più dei tanti comandanti (ben cinque), e avevamo un contorno di barche della Lega Navale, uscite con il gran pavese in nostro onore, per partecipare alla manifestazione. Vi allego una foto che ritrae un gruppo a poppa della barca durante l'uscita in mare. L'unico giovane è l'attuale comandante.

E' stato finalmente presentato al salone della nautica di Genova il mio ultimo libro, intitolato "Il Vocabolario del Velista", che mi è costato quasi due anni di lavoro. Più di 1000 termini marinareschi in 320 pagine. Ho realizzato così un'idea che covavo da molto, cercare di salvare il salvabile della nostra ricca tradizione marinaresca, orribilmente bistrattata in questi barbari tempi. Vi allego la presentazione del giornalista Piero Ottone, noto velista, e la mia prefazione.
[li metteremo in seguito, per non 'intasare' il blog con un testo di lunghezza infinita, il web è per le letture veloci e frenetiche, caro zio]

Come vedete, tuo fratellone e il tuo zione, lanciato a tutta velocità verso gli 80, non molla e ha sempre voglia di arrivare primo al traguardo..... "ov'ei precipitando il tutto oblia"!

4 commenti:

Eva ha detto...

benissimo, oltre ai nuovi nati abbiamo modo di aggiornarci sulla vecchie eterne passioni!

stefania ha detto...

a guardare bene la foto...sarà pure che il più giovane è il capitano attuale, ma zio giancarlo è senz'altro il più abbronzato e il più figo di tutti!!
della manifestazione sapevo già (avevo visto le immagini anche in tv!), non sapevo nulla invece del libro...CONGRATULAZIONI zio!

Anonimo ha detto...

Essere più abbronzato di zio Giancarlo è impossibile, neppure ad essere l'africano di pelle più scura. Le genti dell'Africa nera, infatti, a quanto mi risulta, se prendono sole, non si abbronzano, ma prendono un color viola di pelle che a loro stessi, in genere, molto dispiace!
Zio Silvio

Silvio ha detto...

Il nostro caro vecchio lupo di mare, senza inutile ostentazione, rasa la barba che gli era cresciuta durante la regata sull'oceano, ma vestito come allora la condizione richiedeva (dal berretto al giubbotto blu), è lì in disparte con le mani in tasca e un sorriso felice di ritrovarsi sulla vecchia barca che portò alla vittoria. Grande! E' tutto lui!